Il giro del Sassolungo

Partenza: Rifugio Passo Sella 2183 m
Arrivo: Rifugio Passo Sella 2183 m
Dislivello: 400 m circa
Tempo: ore 5.45
Difficoltà: escursionistico
Periodo consigliato: fine giugno – ottobre
Cartografia: Kompass n. 616 (1:25.000), n. 59 (1:50.000)
Accesso: da Canazei, per la S.S. 242, si valica Passo Sella. Poco sotto, sul versante gardenese, è il parcheggio del Rifugio Passo Sella

Dal Rifugio Passo Sella 2183 m si segue il comodo e frequentato sentiero 528 verso nord, al cospetto del gigantesco Sassolungo, dei gruppi delle Odle e del Puez al di là della sottostante Val Gardena, con il massiccio del Sella e le omonime torri sulla destra. Lambendo solo i massi più piccoli della grande frana chiamata “Città dei Sassi”, che si lascia a sinistra, si seguita verso nord oltrepassando un paio di skilift.
In lieve salita (a destra si scorge il Piz Seteur) si perviene al grazioso Rifugio Comici 2153 m, non lontano dalla stazione della funivia del Piz Sella (45 min.). Si seguita con percorso abbastanza comodo sotto l’imponente mole del Sassolungo sul sentiero 526 A, che taglia le ghiaie e conduce in breve al Piz Ciaulong, o Col de Mesdì 2113 m, che sovrasta gli abitanti di Santa Cristina e Ruacia. Si prosegue verso sud-ovest fino all’imbocco del vallone che conduce al Rifugio Vicenza. Senza risalire il vallone, raggiunto un bivio si taglia in quota, a destra, sui detriti, così allacciandosi al vicino sentiero 525 (ore 1.30).
Si segue poi a sinistra il n. 527, che conduce in discesa al balcone prativo del Piz da Uridl 2109 m, da dove – aggirando ad ovest il caratteristico Sassopiatto – si raggiunge il Giogo di Fassa, dove sorge il Rifugio Sassopiatto 2300 m (ore 1.30).
Si segue ora il Sentiero Federico Augusto (n. 4-594) a est, ai piedi della Punta Grohmann. A mezzacosta, dopo alcuni saliscendi per superare un dosso, si tocca il Rifugio Pertini 2300 m, poi il Rifugio Federico Augusto 2298 m e la successiva Forcella Rodella 2308 m. In breve si torna al Rifugio Passo Sella (ore 2).

Vedi tutte le escursioni del Gruppo Sassolungo